Logo Ordine Nazionale Psicologi
cerca nel sito
ALBO NAZIONALE
 
Notizie in evidenza

Il sistema di assistenza sanitaria in Francia

Sunto del documento di lavoro a cura della Direzione Generale degli Studi del Parlamento Europeo

Il sistema di assistenza sanitaria in Francia si basa sul regime di assicurazione contro la malattia. Tutto questo è sancito per legge. I fondi delle Caisses Nationales provvedono all’assicurazione obbligatoria del 99% della popolazione ed assorbono il 70% delle spese totali per la sanità.

Oltre al sistema di assicurazione sanitaria nazionale esistono altre soluzioni, per esempio medicina di base autonoma, programmi di assicurazione volontaria contro la malattia ed ospedali privati.

I pazienti sono liberi di scegliere il proprio medico di base e viceversa. Sia i medici che i farmacisti sono pagati direttamente per i servizi prestati, ed il paziente può chiedere il rimborso per parte delle spese sostenute alle casse malattia. Le spese ospedaliere vengono rimborsate per intero solo nei casi di malattie gravi come il tumore o il diabete. Le tariffe vengono fissate per legge. Un paziente può scegliere di rivolgersi ad un medico più caro, ma le casse malattia rimborseranno solo una quota fissa.

Un terzo circa dei posti letto si trova in cliniche private a scopo di lucro, i cui medici vengono pagati a fronte del loro servizio.

Popolazione

Nel 1991 la Francia aveva 57 milioni di abitanti. Della popolazione totale, il 27, 5% ha meno di vent’anni, mentre il 14, 1% ha superato i 65. Gli ultrasettantacinquenni, 6, 85 sono relativamente più numerosi che nella media CE.

Nel complesso in Francia vi è un’ evoluzione favorevole per le malattie mortali evitabili dovute a cause specifiche. Evoluzione che i medici attribuiscono all’intervento terapeutico.

Finanziamento

Quanto alle fonti di finanziamento esse sono: 70% fondi di assicurazione sanitaria di legge (Caisses Nationales), 17% pagamenti diretti, 6% Mutuelles e società mutue di vario genere (assicurazioni non a scopo di lucro), 4% Ministero della sanità, 2% assicurazioni private.

Ospedali

Il sistema ospedaliero francese consta di tre diverse figure giuridiche: ospedali pubblici, cliniche private a scopo di lucro e ospedali privati non a scopo di lucro. Gli ospedali pubblici sono in genere di grandi dimensioni, sono ben attrezzati ed il loro personale medico è salariato. Essi godono di un buon livello di autonomia gestionale, anche se sono soggetti al controllo dello Stato tramite la DASS (Direzione per la sanità e la previdenza sociale). Gli ospedali privati, invece, sono in genere di piccole dimensioni ed hanno medici pagati a fronte delle prestazioni rese.

Il rapporto fra ospedali pubblici e ospedali privati è sempre stato un rapporto di complementarietà . Sta però aumentando la reciproca concorrenza, soprattutto in quanto gli ospedali privati stanno migliorando le proprie attrezzature. Tutte le strutture sono soggette ad un’autorizzazione preliminare per poter modificare in un’area geografica la quantità di letti, la collocazione di apparecchiature costose, i servizi o l’equilibrio delle prestazioni mediche.

Medicina di base

L’assistenza medica esterna è fornita tanto dai medici generici quanto da specialisti, ed i pazienti sono liberi di rivolgersi direttamente agli uni o agli altri. Il medico di base non ha una precisa funzione di "smistamento". Mentre gli specialisti si stanno sempre più concentrando sull’impiego di tecniche diagnostiche sofisticate, la medicina generica si sta dedicando sempre di più all’assistenza degli anziani.

Il paziente paga direttamente per la prestazione ricevuta e dal 1960 è in vigore la legge sul tariffario nazionale per medici di base e specialisti. Lo stesso paziente verrà poi rimborsato in base a dette tariffe di legge, anche se i medici hanno la facoltà di esigere onorari più elevati. Dal 1980 i medici hanno la possibilità di scegliere fra due soluzioni: 1ˆ attenersi alle tariffe negoziate in cambio di un pacchetto gratuito di assicurazione pensionistica e sanitaria personale, 2ˆ rinunciare alle assicurazioni previdenziali e di malattia fissando autonomamente le proprie tariffe.

Se è necessaria una prescrizione, il paziente si rivolge normalmente ad un farmacista privato e paga direttamente le sue medicine. In seguito, può chiedere il rimborso parziale della spesa all’opportuno fondo di assicurazione sanitaria.

Personale medico

La maggioranza dei medici svolge la libera professione. Due terzi dei medici stipendiati lavora in strutture ospedaliere.

Il rapporto fra medico e paziente, in Francia, è disciplinato dal principio de la medicine libéral (del 1920), che prevede la libera scelta del medico da parte del paziente, la libertà di prescrizione, l’assenza di restrizioni locali, pagamento diretto da parte del paziente a fronte della prestazione ricevuta, riservatezza.

Personale infermieristico

L’86% degli infermieri sono stipendiati. Il loro numero negli ultimi anni è cresciuto a dismisura.

Amministrazione

Il Ministero della sanità è la principale autorità pubblica del sistema sanitario francese. Come tale è responsabile per la definizione delle linee politiche di base nel settore, per la gestione generale delle questioni di sanità pubblica, per l’amministrazione degli ospedali pubblici, per il controllo dei farmaci e la gestione della previdenza sociale.

Passando dal sistema centrale a quello periferico, in Francia, esistono 22 uffici sanitari regionali (DRASS), la cui loro responsabilità è la pianificazione dei servizi sanitari e sociali tramite controlli di bilancio annuali, nonché la vigilanza sulla "mappa dell’assistenza sanitaria", che stabilisce il numero dei posti letto in ospedalieri per ogni specialità medica da assegnare a ciascun’area geografica e fissa gli standard per la diffusione di costose tecnologie moderne. I DRASS esercitano, inoltre, una funzione di rigorosa sorveglianza sulle strutture di trattamento dei pazienti ricoverati e sulle agenzie regionali di assicurazione contro le malattie.

Infine a livello locale l’assistenza di base, il trattamento ospedaliero e le attività di prevenzione sono organizzate dai comuni, ricoprendo quest’ultimi, perciò, un ruolo molto importante e di rilievo in questo settore, soprattutto per i servizi sociali.

PRIMO PIANO


Video


Sezione Sala Stampa