SEDUTA CNOP 3/4 OTTOBRE: INDAGINE SUI SERVIZI DI PSICOLOGIA NEL S.S.N.

Seduta principalmente tecnica questa del 3/4 ottobre 2014, ma con ricadute estremamente concrete. Esauriti i punti formali e informativi, il Consiglio ha effettuato una variazione di bilancio che permetterà di realizzare concretamente la delibera di utilizzo di 300.000 euro in borse di studio. Il prossimo passo sarà creare il bando e poi i fondi potranno essere erogati. In seguito si è discusso un argomento sempre delicato: le quote degli iscritti e i contributi degli ordini territoriali al CNOP. Quest’ultimo punto, se non affrontato in modo approfondito, può avere gravi ripercussioni sui servizi che i diversi ordini – specie quelli più piccoli – sono in grado di fornire ai loro iscritti. Una lunga esposizione di diverse propostee un’approfondita discussione, a cui hanno partecipato tutti i Consiglieri, hanno portato all’adozione di un sistema che non comporta nessun aumento delle quote minime per gli iscritti e nessun aggravio nelle spese degli ordini territoriali, specialmente quelli piccoli, che potranno usare i loro fondi per erogare servizi. È stata discussa anchela realizzazione di un’ indagine sui Servizi di Psicologia nel Servizio Sanitario Nazionale. L’idea alla base di questa iniziativa è che soltanto con un’approfondita conoscenza dello stato dell’arte dei servizi attualmente esistenti sarà possibile promuovere la presenza della psicologia nella sanità pubblica. Promuoverequesta presenza è ritenuta un’azione fondamentale da parte del CNOP in quanto può dare forza a tutta la professione, anche quella privata. Sempre in questa direzione è stata deliberata la realizzazione di un Convegno Nazionale sul tema dell’importanza scientifica ed anche economica della psicologia nella sanità. Il convegno sarà tenuto a Montecitorio e vuole essere una vetrina della nostra professione presso chi ha capacità decisionale. Infine, nella giornata di sabato, i Consiglieri hanno ricevuto due ore di aggiornamento sulla trasparenza e il trattamento dei dati personali. Si vuole raggiungere un livello di trasparenza condiviso tra tutti gli ordini e conoscere la normativa e le criticità è il primo passo per raggiungere questo traguardo. Tecnico, dunque, ma preciso e concreto. Lo stile del nuovo CNOP si conferma.psi1