Firmato il Protocollo MI-CNOP per l’assistenza psicologica nelle scuole

stampa articolo

9 ottobre – Il presidente del CNOP David Lazzari ha firmato oggi il “Protocollo di intesa tra il Ministero dell’Istruzione ed il CNOP per il supporto psicologico nella Scuola” che ora va alla firma della Ministra Azzolina. Il Protocollo prevede anche un “accordo integrativo” che è stato firmato dal Presidente Lazzari e dal Capo Dipartimento per le Risorse Umane e Finanziarie del Ministero Giovanna Boda.

Con questo accordo si prevede che tutte le 8.290 direzioni scolastiche italiane attivino l’assistenza psicologica mediante appositi bandi, con un riferimento certo del valore della prestazione professionale (40 euro l’ora) ed uno stanziamento di 40 milioni di euro sino alla fine dell’anno scolastico. Tale somma e tali attività non sono sostitutive ma aggiuntive a quelle che le scuole hanno già in essere per l’assistenza psicologica.

L’accordo integrativo siglato oggi ed una nuova circolare del Ministero alle Scuole consentirà di superare le criticità ed i dubbi interpretativi che si erano generati con una circolare ministeriale del 30 settembre scorso.

Gli Psicologi selezionati avranno a disposizione delle Linee di indirizzo e strumenti di rilevazione dei bisogni messi a punto da esperti individuati dal CNOP, mentre a livello nazionale sarà attivato un Tavolo congiunto Ministero-CNOP per seguire gli aspetti nazionale dell’attività.

“Con oggi si apre una pagina nuova per la Scuola italiana” – ha sottolineato il Presidente Lazzari – “studenti, docenti, dirigenti e genitori, il sistema scuola nel suo complesso, potrà finalmente giovarsi in modo omogeneo e sistematico delle competenze psicologiche. Erano anni che si sentiva questo bisogno ed ora l’urgenza della pandemia e dei grandi problemi che crea ha reso urgente dare questa risposta. La dimensione psicologica è fondamentale per mille aspetti che riguardano il mondo della scuola e la soluzione raggiunta è equilibrata e segna un punto di partenza dal quale si può solo migliorare. Ringrazio la Ministra Azzolina per aver dato ascolto a questo bisogno della scuola ed il Capo Dipartimento Boda per la grande competenza con cui ha seguito l’accordo raggiunto.”

La Scuola rappresenta uno dei grandi “contenitori” – come la Sanità, il mondo del lavoro, il Welfare – dove la Psicologia può dare il suo indispensabile contributo alla ripartenza del “Sistema Italia” e promuovere resilienza nelle organizzazioni e nelle persone.