FORMAZIONE UNIVERSITARIA ED ESAME DI STATO: IL PRESIDENTE CNOP SCRIVE AL GOVERNO

3 giugno – Adeguare percorsi e formazione universitaria dei futuri Psicologi al definitivo e compiuto riconoscimento dello Psicologo come professione sanitaria. Questo il tema di una nota indirizzata dal Presidente CNOP congiuntamente al Ministro della Salute e al Ministro dell’Università per le rispettive competenze.

“Dal gennaio 2018 gli Psicologi sono una professione sanitaria ma la normativa universitaria non si è adeguata a questa realtà. Le regole della nostra formazione non sono di tipo sanitario. Questo è un problema grave che penalizza studenti, docenti, laureati e professionisti, come si è visto anche nella pandemia per diversi aspetti. Crea incertezze e confusioni che vanno superate” ha sottolineato il presidente Lazzari.

“Dobbiamo uscire da questa situazione ambigua e inaccettabile al più presto, questo ho chiesto di persona al Ministro Speranza nei giorni scorsi e questo chiedo al Ministro Manfredi. A cominciare dall’esame di stato, che per gli Psicologi deve essere svolto, per i problemi della pandemia, con modalità analoghe a quelle delle altre professioni sanitarie”.

L’intervento di oggi dà seguito a quelli operati in questi mesi dal CNOP sul tema dell’Esame di Stato, che sono consultabili su questo sito: