I corsi di laurea in psicologia compiono 50 anni

stampa articolo
31 ottobre 2021 – Lazzari: il seme è diventato foresta ma ora serve una fase nuova.
Nell’Aula Magna della Sapienza in collegamento con l’Università di Padova si è tenuta la manifestazione per i 50 anni della istituzione dei primi corsi di laurea in Psicologia italiani, avvenuta appunto nel 1971 nelle due Università. L’incontro è stato aperto dai saluti delle Rettrici delle due Università Antonella Polimeni e la collega Daniela Mapelli e dal preside della Facoltà di Medicina e Psicologia di Roma Fabio Lucidi. Il prof. Santo Di Nuovo ha tracciato la storia della Psicologia italiana e il presidente CNOP David Lazzari è intervenuto in rappresentanza dell’Ordine. La giornata è proseguita nelle due sedi con vari dibattiti e tavole rotonde con i protagonisti della storia universitaria psicologica, le testimonianze di studenti e voci di altri contesti scientifici e professionali, che hanno mostrato la ricchezza della realtà universitaria della Psicologia. Il presidente Lazzari ha evidenziato la significativa circostanza della approvazione in questi giorni della legge sulle lauree abilitanti che per la prima volta equipara la laurea in psicologia a quella delle altre professioni sanitarie e che comporta una importante modificazione dei corsi in direzione di una maggiore integrazione tra teoria e pratica.
“Il seme di 50 anni fa e diventato una foresta, ma serve ora una fase nuova, è necessario uno sforzo comune del mondo accademico e professionale, interno e verso le istituzioni, per rendere i corsi sempre più professionalizzanti, per avvicinare l’offerta alla domanda, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo” – ha sottolineato il presidente nazionale Lazzari – “Il futuro professionale dei nostri laureati e l’immagine della professione dipendono in larga parte dalla coerenza che esiste tra domanda e offerta e dalla capacità dei giovani di conoscere efficacemente gli scenari ed i contesti nei quali possono inserirsi.”