IL CNOP TI INFORMA – 08/10/2021

stampa articolo

Giornata Nazionale della Psicologia: la Psiche al centro della Vita

Centinaia di eventi in tutta Italia per parlare della “Psiche al centro della vita” in occasione della Giornata Nazionale della Psicologia, giunta quest’anno alla 6° edizione.

Il tema vuole sottolineare la centralità della dimensione psicologica nella vita umana, soprattutto alla luce del lungo periodo di pandemia. Il disagio diffuso da un lato e la necessità di nuove consapevolezze e risorse dall’altro, che chiamano in causa la nostra professione e la necessità di un suo più forte coinvolgimento e presenza nei contesti sociali.

La GNP sarà celebrata a livello nazionale nel corso di un evento che avrà luogo a Roma il 13 ottobre dalle ore 9.30 alle 13.30 e che sarà possibile seguire in diretta streaming sul sito internet e sulla pagina Facebook CNOP.

Contrastare la violenza domestica e di genere: una priorità per la professione

Ogni forma di violenza nasce da fattori anche di natura psicologica e produce danni psicologici. La Psicologia ha un ruolo cruciale nella prevenzione di ogni forma di violenza, nella valutazione delle situazioni e delle sue implicazioni, nel sostegno alle vittime e nella cura degli autori di violenza.

Le competenze psicologiche sono necessarie per capire e aiutare ma la Psicologia non può essere in alcun modo utilizzata e strumentalizzata per giustificare.

Il Consiglio Nazionale ha discusso ed approvato un documento che fa il punto sul fenomeno, sulla posizione dell’Ordine nel merito, anche in relazione alla evoluzione della normativa di riferimento, sulla necessità di un più adeguato utilizzo della professione psicologica e sulle attività nel contesto giudiziario, anche in relazione al ruolo di consulente tecnico.

Voto online: approvato il regolamento

Nel programma e nel Piano Operativo della consiliatura, definito ad inizio mandato nel 2020, il Consiglio Nazionale si era prefisso di lavorare per una normativa elettorale ordinistica più snella ed attuale. Allora questo appariva possibile solo attraverso una riforma della nostre leggi elettorali (legge 56/89 e DPR 221/2005) ma nel dicembre 2020, con la legge 176, si introduceva – sulla spinta della pandemia – la possibilità per i Consigli Nazionali degli Ordini di fare un regolamento per consentire il voto digitale (ovvero telematico ed elettronico), in affiancamento o sostituzione delle modalità tradizionali di ciascuna professione.

Nella seduta del 7 ottobre il Consiglio Nazionale ha approvato il “Regolamento per il voto telematico ed elettronico” che consentirà questa modalità nel rinnovo dei consigli territoriali con il supporto di una piattaforma nazionale, che sarà acquisita dopo una esplorazione delle migliori soluzioni possibili.