Il Ministro Speranza al presidente Lazzari: impegno concreto per rafforzare nell’immediato e nel futuro la Psicologia nel SSN

stampa articolo
12 aprile – Si è svolto stamane l’incontro tra il Ministro della Salute Speranza ed il Presidente CNOP Lazzari. Lazzari ha sottolineato al Ministro la necessità e l’urgenza di rispondere a quella che ormai da tutti viene definita “psicopandemia”, un termine che evidenzia le enormi ricadute che oltre un anno di emergenza sanitaria ha avuto sulla dimensione psicologica della popolazione, in tutte le fasce di età. La carenza di una rete psicologica pubblica e l’assoluta inadeguatezza numerica ed organizzativa della professione psicologica nel sistema sanitario taglia fuori tutti coloro – e sono sempre di più – che non possono permettersi di accedere nel privato. Così la fragilità psicologica si somma a quella economica e sociale, ed i problemi sono destinati ad aggravarsi. Il presidente Lazzari ha consegnato al Ministro le proposte del CNOP sulla Psicologia nel SSN e un documento elaborato dalla Consulta nazionale delle società scientifiche presso il CNOP, dal titolo “Il binomio per la nuova Sanità: tecnologia/biomedicina e umanità/psicologia”.
Il Ministro Speranza ha sottolineato la piena sintonia con i bisogni e le necessità evidenziate dal presidente Lazzari e ha manifestato il suo impegno per dare risposte concrete, potenziando da subito i servizi psicologici pubblici mediante gli imminenti provvedimenti governativi in tema di pandemia e valorizzando la presenza e le attività della professione psicologica nel rilancio del Sistema Sanitario. Il Ministro ha sottolineato l’importanza che il sistema pubblico dimostri non solo la necessaria attenzione ma anche la capacità di rispondere a queste problematiche in modo efficace e concreto.
Il presidente CNOP al termine dell’incontro ha commentato: “ringrazio il Ministro per un confronto non formale, ma che ci ha permesso di entrare nel merito dei problemi, e per la sensibilità e l’attenzione che mi ha dimostrato. Sono fiducioso che le parole saranno seguite dai fatti e il CNOP lavorerà perchè questo accada. I bisogni psicologici dei cittadini meritano la dovuta attenzione e le risposte più appropriate da parte delle Istituzioni chiamate a tutelare la salute. Ringrazio anche le società scientifiche che hanno dedicato la giornata domenicale a lavorare con me alla stesura del documento tecnico che abbiamo consegnato al Ministro per offrirgli un quadro aggiornato della situazione.”