Le scienze mediche e psicologiche devono vigilare sul benessere degli individui

stampa articolo

Incredulità, sgomento, grande preoccupazione per quanto è successo in Olanda. La morte di una ragazza 17enne a causa di una depressione cronica non può essere mai, in alcun modo, accettabile

Non vogliamo entrare nel merito di questo tragico percorso irreversibile, ma le scienze mediche e psicologiche devono vigilare sul benessere degli individui, li devono proteggere e sostenere.

La depressione cronica, pur se su base reattiva, non è assolutamente una condizione irreversibile, soprattutto in età giovanile. I giovani hanno una grande capacità di resilienza che va rinforzata dinanzi ad episodi traumatici.