Nave Diciotti: il diritto fondamentale di ognuno è la tutela della dignità umana

stampa articolo

Il Presidente Fulvio Giardina: «Ogni essere umano, ogni individuo, è portatore di diritti, a prescindere dalla sua condizione culturale, sociale, economica. Non si tratta solo di valori costituzionali, bensì universali. Il diritto fondamentale è proprio la tutela della dignità umana, cioè dell’autodeterminazione e dell’autonomia di ogni individuo, anche quando, e soprattutto, vi possono essere situazioni di illegalità. Per questi principi lo psicologo non opera discriminazioni in base a religione, etnia, nazionalità, estrazione sociale, stato socio-economico, sesso di appartenenza, orientamento sessuale, disabilità. Non entriamo nel merito delle politiche migratorie che il governo legittimamente intende attuare. Ma certamente non possiamo, non dobbiamo, accettare la gravissima condizione di degrado fisico e psicologico, cui sono esposti i migranti, prigionieri ed ostaggi a bordo della Nave “U. Diciotti” nel porto di Catania, al di fuori da ogni regola etica e giuridica. In un Paese civile ed evoluto, la persona umana non può mai divenire merce di scambio in alcuna trattativa. Questa attuale situazione può incidere profondamente anche sullo sviluppo psicologico dei minori italiani, che assistono passivamente a scene sicuramente innaturali e di sopraffazione».

[Foto: fanpage.it]