Newsletter n. 16 – La Psicologia nella Scuola: approvato il protocollo CNOP/Ministero Istruzione

stampa articolo

La Psicologia nella Scuola: approvato il protocollo CNOP/Ministero Istruzione

Il Consiglio Nazionale nella seduta del 25 settembre ha approvato all’unanimità il “Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche”.

L’azione del CNOP aveva consentito di prevedere l’assistenza psicologica tra le attività finanziate per la Scuola con il DL 19 maggio 2020, n. 34 (“Rilancio”) convertito nellalegge 17 luglio 2020, n. 77  (art.231). Tuttavia tali fondi non erano specifici per la Psicologia e non obbligavano ma consentivano alle scuole di attivare tale attività.

Successivamente si è riusciti a prevedere specificamente l’assistenza psicologica nell’Accordo Governo-Sindacati per la Scuola del 6 agosto 2020 (art.6 “sostegno psicologico”).(Decreto Ministeriale 6 agosto 2020).

In questo accordo si prevede un Protocollo d’intesa tra CNOP e Ministero per attivare il sostegno psicologico. Le difficoltà tecniche e materiali per l’avvio della scuola – che tutti abbiamo visto – hanno fatto si che l’interlocuzione tra CNOP e Ministero è stata possibile solo in tempi recenti.

Il Protocollo che ne è derivato è il punto di equilibrio raggiunto tra le richieste del CNOP (garantire una puntuale ed adeguata presenza di Psicologi in tutte le scuole) e le disponibilità del Ministero.

In sintesi il Protocollo – il primo nel suo genere e che avvia una presenza della professione su tutto il territorio nazionale – prevede

l’emanazione di bandi a livello di singola direzione scolastica a cura delle Scuole stesse (tutte le 8000 direzioni);
lo “stanziamento di apposite risorse all’uopo finalizzate” (risorse vincolate);
che “l’importo finanziato dal Ministero alle istituzioni scolastiche sarà determinato assumendo quale valore della prestazione professionale euro 40 lordi/ora” (non ci sono bandi al ribasso);
che il CNOP metta a disposizione delle “linee guida” per le attività degli Psicologi che includano possibili strumenti per la valutazione dei bisogni ed effettui la rielaborazione dei dati a livello nazionale;
che il Ministero organizzi una attività di informazione/formazione agli Psicologi reclutati sulle Linee Guida del CNOP;
Che si attivi una collaborazione a livello regionale tra Uffici Scolastici e Consigli dell’Ordine per assicurare la migliore attuazione del protocollo.
A livello nazionale il CNOP, con il GdL Scuola e le società scientifiche sta predisponendo le “Linee Guida” e gli strumenti di riferimento ed attiverà una Commissione paritetica CNOP/Ministero per la gestione dei temi nazionali riferiti al Protocollo.

Il CNOP, nel valutare che si tratta di una tappa fondamentale per la Psicologia nella Scuola, seguirà con ogni azione possibile l’attività di livello nazionale per favorire l’applicazione e la implementazione di quanto previsto, considerando questo un punto dal quale si può solo andare avanti. Fondamentale la collaborazione a livello regionale con la scuola, che sarà assicurata dai Consigli territoriali dell’Ordine.

Leggi il protocollo

Recovery Fund: senza Psicologia non c’è resilienza

Il Consiglio Nazionale nella seduta del 25 settembre ha approvato all’unanimità un documento per sottolineare la necessità che, utilizzando i fondi europei (“Recovery Fund”), sia potenziata la presenza degli Psicologi in settori cruciali come i contesti di cura e nei servizi sanitari, nei luoghi di lavoro, in quelli di studio (la scuola, l’università, la formazione degli adulti, l’orientamento alle scelte lungo tutto l’arco di vita), in campo sociale in una logica di welfare di prossimità con obiettivi di equità sociale, di genere e territoriale.

Il CNOP in questi mesi ha presentato proposte che ha messo a disposizione delle Autorità pubbliche e lo stesso farà in questa fase, affinché la spinta innovativa e lo sviluppo delle risorse che può generare da un uso adeguato e mirato delle competenze psicologiche sia preso in considerazione e valorizzato per il bene del Paese e dei suoi cittadini. Nei prossimi giorni le proposte saranno presentate dal presidente CNOP alle Autorità di Governo.

Leggi il documento

Infermieri: si avvia una collaborazione

Il Consiglio Nazionale nella seduta del 25 settembre ha approvato all’unanimità un “Protocollo d’intesa tra il CNOP e la FNOPI (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche)”.

L’accordo prevede l’avvio di forme di collaborazione nazionali e regionali tra le due professioni e l’avvio di un Tavolo nazionale per l’attuazione del protocollo.

Tra le forme di collaborazione quello di una scontistica (35%) sulle tabelle del “Decreto Parametri” (DM 19.07.16 n.165) da parte degli Psicologi che aderiranno alla convenzione nei confronti degli Infermieri che chiederanno le loro prestazioni. Questo anche in relazione al disagio psicologico che ha interessato la professione infermieristica in questa fase di pandemia.

Adesioni. A partire da domani, gli Psicologi, dopo aver letto il Protocollo e quanto previsto, potranno aderire alla convenzione collegandosi alla loro Area Riservata e inserendo il consenso. L’elenco degli psicologi aderenti saranno periodicamente trasmessi alla FNOPI.

Leggi il protocollo

Se desideri ricevere questa newsletter su un’altra email, puoi inserire un nuovo indirizzo accedendo all’area riservata sul nostro sito