Partecipazione del presidente Giardina al Convegno di AssoCounseling

stampa articolo

Partecipazione del presidente Giardina al Convegno di AssoCounseling

 

Milano, 19/03/2016

Questo CNOP ha ereditato le problematiche relative al Counseling in maniera poco definita.

Nell’interesse dell’intera categoria professionale, e soprattutto per facilitare l’accesso alla professione da parte dei più giovani, abbiamo voluto rideterminare strategie e obiettivi.

  • Il primo punto è stato quello di procedere ad una chiarificazione normativa di quei documenti ministeriali che potessero indebolire la professione di psicologo. È stato presentato ricorso al TAR a firma, e su indicazione, del presidente Giardina, che è stato accolto con sentenza del 17/11/2015.
  • Il secondo punto è stato quello di produrre nel Giugno 2015 il documento sugli atti tipici della Professione di Psicologo, che è stato trasmesso al Ministero della Salute al fine di emanare un decreto sugli atti tipici delle professioni sanitarie per impedire l’acceso di attività sovrapponibili tramite la L. 4/2013.
  • Il terzo punto è stato l’avvio del workshop sull’attività di Counseling nel dicembre del 2015, mirato alla successiva Consensus Conference, con il coinvolgimento di rappresentanti del mondo professionale, associativo, sindacale e accademico.

Alla luce di queste considerazioni preliminari, il presidente Giardina ha accolto l’invito a partecipare alla tavola rotonda “Professioni non ordinistiche: confronto con la politica e le istituzioni” in occasione del Convegno di AssoCounseling, Milano, 19 marzo 2016.

Il Presidente Giardina, tra l’altro, ha detto che “Gli Ordini sono un patrimonio dello Stato . . . . Nello scenario mondiale, e non solo europeo, la formazione dello psicologo italiano è la più completa. . . Proprio nella Legge 4/2013, nella parte generale, è specificato che le professioni innovative non possono sommarsi a quelle ordinistiche. . . . lo psicologo è un professionista che garantisce e tutela. … Sui principi a volte possiamo unirci o dividerci, ma il contesto è quello che è . . . Sta di fatto che gli Ordini ci sono, e sono un patrimonio per il paese . . L’Ordine professionale non è una casta, ma una condivisione anche di problemi”.

Il presidente Giardina ritiene che, chiariti i termini della questione “counseling”, e che il counseling relazionale è atto tipico della professione di psicologo, il dialogo e l’ascolto debbano divenire metodo di confronto per garantire lo sviluppo del benessere e della qualità della vita e la tutela della salute da parte degli psicologi italiani: solo in questo modo vi potrà essere crescita e progresso della professione di psicologo.

Questa la strategia, questi gli obiettivi raggiunti.

Leggi il comunicato

Trascrizione dell’intero intervento del presidente Giardina